Museo della Città di Tivoli - Mostre "Tivoli, fonte di luce" e "Tivoli e la vestale Cossinia"

Tivoli, dal 30 gennaio 2018 - ingresso gratuito

Da martedì 30 gennaio 2018 il Museo della Città di Tivoli in Piazza Campitelli ospiterà le Mostre "Tivoli, fonte di luce" (aperta fino al 31 dicembre 2018) e "Tivoli e la vestale Cossinia" (aperta fino al 31 maggio 2018).

Dopo la conclusione della Mostra “Le bellezze di Tivoli nelle immagini e negli scritti del Grand Tour”, che ha avuto grande consenso non solo tra i tiburtini (le firme sui registri sono quasi cinquemila, ma il numero dei visitatori è stato di gran lunga superiore), il palazzo della Missione, futuro Museo della città - quando saranno completati i lavori che proseguono senza interruzione - ospita, dal 30 gennaio 2018, due mostre distinte, strettamente legate, come la precedente, alla storia di Tivoli:

Una,  "Tivoli, fonte di luce", è dedicata alla storia dell’elettricità a Tivoli, prima città in Europa, nel 1886, ad utilizzare la corrente elettrica per l’illuminazione ordinaria e, nel 1892, il luogo dove si inaugurò la prima linea elettrica nel mondo di trasmissione in corrente alternata, che illuminò Roma.

La seconda, "Tivoli e la vestale Cossinia", illustra la storia dell’ara della vestale Cossinia, unica sepoltura di vestale finora nota del mondo, con l’esposizione, per la prima volta a Tivoli, di importanti reperti archeologici relativi anche alla tomba anonima che gli si addossa. 
 

“Tivoli, fonte di luce – CXXV anniversario della linea elettrica Tivoli – Roma 1892- 2017”, proposta da Carlo Innocenti e dall’associazione Aurea, è stata realizzata in collaborazione con Enel Green Power e con il supporto di Terna.
In particolare Enel Green Power ha raccolto e messo a disposizione dei visitatori diversi strumenti, dispositivi e componenti di macchinari elettrici e idraulici utilizzati negli impianti idroelettrici sin dagli inizi del ‘900, oltre a un’ampia raccolta di materiale fotografico di grande valore storico.

Con questa mostra la città vuole dare la giusta rilevanza ad un avvenimento tecnico finora poco considerato e far conoscere, non solo attraverso importanti documenti e foto d’epoca, ma anche strumentazioni di varie epoche il ruolo importantissimo che Tivoli ebbe nella storia mondiale dell’elettrotecnica, non meno rilevante rispetto a quello che da sempre le viene riconosciuto nell’archeologia, nell’architettura, nelle bellezze naturali.


“Tivoli e la Vestale Cossinia” è stata organizzata con la collaborazione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’Area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale.
Sarà l'occasione per ammirare l'importante corredo funerariola di cui fa parte la famosa bambola in avorio con gli arti snodabili, con il corpo rappresentato in maniera naturalistica anche nel volto.

Non è stato facile avere in mostra questo reperto, conservata al Museo di Palazzo Massimo a Roma, difficilmente trasportabile per la fragilità e il precario stato di conservazione dell’avorio: è stato necessario predisporre una sofisticata e costosa vetrina climatizzata, costantemente monitorata, ad impedire dannosi sbalzi di temperatura.
È quindi per Tivoli un avvenimento importante vedere esposto questa preziosa bambolina tiburtina, connessa ad un monumento, la tomba di Cossinia, che attesta la presenza anche a Tivoli dell’importantissimo sacerdozio delle vestali, che aveva la sua sede ufficiale a Roma, nel tempio di Vesta e nella casa delle vestali al Foro Romano.  

 

Entrambe le mostre sono a ingresso gratuito.
Il Museo della Città si trova in piazza Campitelli ed è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 15 alle ore 18 e la domenica anche dalle ore 10 alle ore 13.

Il catalogo delle mostre è stato curato dal prof. Roberto Borgia
 

 

Nei dintorni

Approfondimenti

    Le guide di Tibursuperbum

    Con il patrocinio del Comune di Tivoli, Assessorato al Turismo

    Patrocinio Comune di Tivoli

    Assessorato al Turismo